Avvocato Augusto Gabbrielli

Professional Experience

Alla fine degli anni sessanta Augusto Gabbrielli entra come tirocinante nello studio veneziano dell’avvocato Carlo Ottolenghi dove rimarrà per molti anni a contatto con la realtà forense più qualificata e di più vasta competenza giuridica.
Segue il maestro nei processi penali e civili che hanno segnato quel periodo storico (Vajont, Banco Antoniano) e nell’assistenza legale prestata alle ultime importanti realtà economiche veneziane (Ciga, CaRiVe, Polo industriale di Marghera) avendo l’opportunità di tenere contatti con personalità eminenti della cultura e dell’arte (Le Courbrusier, Carlo Scarpa, ing. Miozzi, prof. Mazzariol) in ragione degli importanti incarichi pubblici assolti dall’avv. Carlo Ottolenghi.
Giovane frequentatore dell’entroterra rivierasco e miranese, dove a metà degli anni settanta è già emergente la nuova realtà economica del Nord Est, apre un recapito a Mirano nelle adiacenze della villa veneta che l’emerito collega veneziano Adolfo Errera gli mette a disposizione.
L’”orticello di campagna”, come lo chiama il maestro Ottolenghi, diviene nel giro di pochi anni la principale sede di lavoro dell’Avvocato Augusto Gabbrielli inevitabilmente coincidente con la trasformazione in atto di Venezia in città prevalentemente turistica.
Da allora lo studio legale ha consolidato la propria presenza in terraferma e si è caratterizzato nell’assistenza prestata alle più importanti realtà imprenditoriali come consulente legale d’impresa dell’area che è baricentrica alle circoscrizioni dei Tribunali di Venezia, Padova, Treviso e Vicenza, in ciò favorito dalla vasta competenza giuridica propria della scuola forense veneziana alla quale il Nostro, il figlio Giulio ed i colleghi Silvia Zanetti ed Andrea Masato, facenti parte dello studio sin dall’inizio della loro professione, si sono formati.